Servizi
   
Centri di raccolta
 
             
   

Il servizio di raccolta rifiuti attivo nei comuni consorziati si completa con i Centri di Raccolta a servizio della differenziata.

Si tratta di 17 aree attrezzate che sono state progettate secondo moderni standard di funzionalità e sicurezza, dislocate in zone opportunamente scelte in altrettanti comuni consorziati.

L’accesso a tali strutture è libero e gratuito per tutti i cittadini residenti nei comuni consorziati (pertanto non occorre essere residenti nel comune di ubicazione del centro di raccolta prescelto) e le modalità di accesso e conferimento sono disciplinate da apposito regolamento.

 

 

Presso tali strutture consortili tutti i cittadini hanno la possibilità di conferire, senza costi aggiuntivi, non solo gli imballaggi recuperabili in vetro, carta, plastica ed alluminio, ma anche gli ingombranti, i beni durevoli, gli oli esausti, gli pneumatici, le potature e gli sfalci, i teli agricoli, gli inerti ed ogni altra tipologia di rifiuto prodotto nelle abitazioni private.

Per le attività commerciali, artigianali e di servizio ci sono limitazioni per il conferimento di rifiuti non recuperabili.

Quello fornito nei centri di raccolta consortili è un servizio che integra e completa le raccolte stradali e domiciliari, un servizio che ogni anno permette al CO.A.B.SE.R. di inviare a recupero migliaia di tonnellate di materiale, parte del quale sarebbe stato altrimenti destinato allo smaltimento.

cartina isole ecologiche
Ubicazione centri di raccolta consortili


Rifiuti ammissibili, limitazioni

Con riferimento alla normativa vigente ed in subordine alle possibilità gestionali dei i Centri di raccolta, potranno essere conferite, in modo rigorosamente separato, le seguenti tipologie di rifiuti:

  • carta e cartone;
  • vetro ed imballaggi in vetro;
  • legno (pedane, pallets, mobilio ecc...);
  • frazione verde (ramaglie, potature, sfalci);
  • imballaggi in plastica;
  • teli agricoli in nylon e plastica, nella misura massima di n. 5 “ballotti” per conferimento;
  • altre tipologie di plastiche recuperabili ;
  • rottami metallici;
  • imballaggi metallici (latte, lattine);
  • oli motore esausti, esclusivamente provenienti da utenze domestiche;
  • batterie per auto, esclusivamente provenienti da utenze domestiche;
  • pneumatici fuori uso di autovetture, cicli e motocicli, esclusivamente provenienti da utenze domestiche, nella misura massima di n. quattro pezzi per conferimento e privati del cerchione;
  • farmaci scaduti;
  • pile ed accumulatori esausti;
  • rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), con esclusione dei RAEE professionali di cui al D.Lgs 49/2014, art. 4, c. 1, lettera m);
  • macerie derivanti dai lavori di piccola manutenzione effettuati in proprio nell’abitazione ed esclusivamente provenienti da utenze domestiche e nella misura volumetrica massima di 100 litri per conferimento;
  • scarti di cartongesso derivanti dai lavori di piccola manutenzione effettuati in proprio nell’abitazione ed esclusivamente provenienti da utenze domestiche e nella misura massima di 0,5 metri cubi per conferimento;
  • materassini di lana di roccia derivanti dai lavori di piccola manutenzione effettuati in proprio nell’abitazione ed esclusivamente provenienti da utenze domestiche e nella misura massima di 0,5 metri cubi per conferimento;
  • pannelli in materiale isolante derivanti dai lavori di piccola manutenzione effettuati in proprio nell’abitazione ed esclusivamente provenienti da utenze domestiche nella misura massima di 10 mq per conferimento;
  • “onduline” di copertura in vetroresina e plastica, derivanti dai lavori di piccola manutenzione effettuati in proprio nell’abitazione ed esclusivamente provenienti da utenze domestiche nella misura massima di 10 mq per conferimento.
  • cordini e reti ad uso agricolo nella misura massima di 1 metro cubo per conferimento
  • rifiuti ingombranti esclusivamente da utenza domestica;
  • abiti usati;
  • oli vegetali esausti;
  • contenitori di residui di vernici provenienti da utenze domestiche (nella misura massima di due latte piene e cinque vuote);
  • cartucce toner ed altri consumabili da stampa;
  • contenitori vuoti per fitofarmaci, che dovranno obbligatoriamente essere lavati secondo le modalità previste dalla D.G.R. 26-25685/98, immessi in sacchi di plastica semitrasparente, chiusi e di peso complessivo inferiore a 30 kg, riportanti mediante adesivo o targhetta i dati identificativi dell’azienda agricola di provenienza (ragione sociale, indirizzo e P. IVA) e consegnati all’incaricato del Soggetto Gestore.

 

Orari di apertura dei centri di raccolta

Orari in PDF

 

 

 

Home
 
News
Consorzio
Dove siamo
Contatti
Amministrazione trasparente
FAQ
Links
 
Raccolta nei comuni
Centri di raccolta
Trattamento
Smaltimento
Recupero
 
Raccolta differenziata
Parco del Roero
Statistiche di raccolta

 

 

 
   
Consorzio Albese Braidese Servizi Rifiuti
     
         
Privacy Policy - allisio design